Isola di Razzoli


A nord di Budelli è tra le isole dell’arcipelago di La Maddalena la più esposta verso la Corsica. Dall’isola di Santa Maria la separa il Passaggio degli Asinelli, un canale di poche decine di metri oltre il quale non si può accedere: da questo punto inizia una vasta zona a tutela integrale, vietata persino alla balneazione che include il versante occidentale di Santa Maria e termina soltanto all’estremo nord delle due isole.
Dunque, Razzoli è accessibile per circa metà delle sue coste la cui peculiarità paesaggistica è stupefacente. Il granito è l’assoluto protagonista con formazioni fantastiche sopra e sott’acqua.
La profonda insenatura di Cala Lunga, bellissimo ancoraggio e adatto solo quando spirano i venti orientali, è come una galleria di sculture, così come le scogliere in prossimità del faro.
E di certo il maestoso faro è una grande attrazione. Facile da raggiungere: il piccolo molo ben visibile all’ingresso di Cala Lunga era la via d’accesso al faro fino a circa cinquant’anni fa, quando ancora era abitato dai fanalisti.
Da qui parte una mulattiera che percorre circa due chilometri tra la vegetazione bassa e le formazioni granitiche.
L’edificio abbandonato e in parte purtroppo pericolante, dal suo podio di Punta Maestro offre una delle più emozionanti visioni sulle Bocche di Bonifacio.
INDIRIZZO

Isola di Razzoli
La Maddalena

Condividi