Isola di Spargi


meravigliosamente selvaggia

meravigliosamente selvaggia
È un’isola che ha tutto, che concentra tutti i possibili scenari dell’arcipelago: le spiagge bianche, le dune, le scogliere modellate, i sentieri da trekking, le fortificazioni scolpite nella roccia.
Nei suoi undici chilometri di sviluppo costiero Spargi si rende estremamente fruibile con un versante orientale orlato di spiagge e le sponde ad ovest e a nord movimentate da fantastiche insenature di granito.
Riparate dal maestrale, dunque, tutte le spiagge ad eccezione di Cala D’Alga esposta a sud ovest. La più celebre è Cala Corsara, ampia baia dominata da bellissime formazioni rocciose che lambiscono un mare chiarissimo. Le due spiagge sono raggiungibili a nuoto (i cavi tarozzati impediscono l’avvicinamento in barca); ma è possibile accedere a piedi sbarcando nel piccolo molo situato pochi metri a nord dell’insenatura. Vi sono poi una dietro l’altra le spiagge candide di Cala Soraya, Cala Granara e Cala Conneri: bellissime e, come Cala Corsara, sempre molto frequentate, anche dalle imbarcazioni che effettuano le escursioni giornaliere.
Più a nord, Cala Ferrigno, riconoscibile per un molo di granito, è il punto ideale per uno dei percorsi a piedi: una camminata di circa 45 minuti raggiunge le fortificazioni di Petrajaccio e Punta Zanotto, vecchie batterie militari incastonate e mimetizzate nel granito. Un percorso a piedi più breve, circa 15 minuti, conduce attraverso uno stretto sentiero da Cala Corsara a Cala d’Alga.
Spargi è meravigliosamente selvaggia e non ha alcuna struttura ricettiva.
INDIRIZZO

Isola di Spargi
La Maddalena

Condividi